Menu Chiudi

Perizia asseverata: cos’è, come funziona, differenza con perizia giurata

Perizia asseverata, giurata e semplice

Prima di soffermarci sull’asseverazione della perizia e la perizia asseverata nella compravendita immobiliare, è importante fare un breve cenno alla perizia in generale.

Perizia asseverata

Cos’è una perizia?

La perizia è uno strumento che viene utilizzato per determinare, in un momento ben preciso, la situazione di una determinata fattispecie.

La perizia può essere giudiziale o stragiudiziale. La prima viene redatta durante un processo su richiesta del Giudice, mentre per la seconda il perito incaricato della redazione è nominato da chi ha interesse a conoscere la situazione.

Il consulente nominato (architetto, geometra o ingegneredurante la redazione della perizia (detta anche relazione tecnica) espone lo stato di fatto, dal punto di vista tecnico, della situazione che si sta esaminando, come ad esempio per le perizie immobiliari di un’agenzia immobiliare , lo stato di un immobile. Qualora dovesse rilevare delle anomalie, le esporrà all’interno della stessa relazione, consigliando anche eventuali azioni da porre in essere per rimuoverle.

La relazione che viene redatta, a seconda della forma, può assumere diverse valenze, è il caso della perizia giurata e di quella asseverata.

Qui di seguito verrà esaminata la perizia asseverata .

La perizia asseverata

La perizia asseverata è quella particolare relazione rilasciata da un perito iscritto ad un albo professionale (geometra, architetto o ingegnere). Lo stesso, con la sua sottoscrizione, dichiara e afferma, con decisione e fermezza, quindi sotto la propria personale responsabilità, la veridicità dei fatti contenuti all’interno della perizia.

La dichiarazione di asseverazione è rilasciata, in maniera espressa, in calce alla perizia.  Qualora i fatti in essa indicati non dovessero corrispondere alla veridicità della situazione, il perito sottoscrivente rischia di essere punito penalmente per falso ideologico.

Qual è la differenza tra una perizia asseverata e una perizia giurata?

Spesso questi due tipi di perizie vengono confusi ma occorre ribadire che tra le due vi è una sostanziale differenza.

Rispetto alla perizia asseverata (definita poco sopra), la perizia giurata presenta all’interno della stessa, in calce, la formula di rito relativa al giuramento, cioè quella che recita: “aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatogli al solo scopo di far conoscere la verità”.

Quindi, nel caso di richiesta di perizia giurata, il perito deve giurare, con la formula di rito, innanzi a un pubblico ufficiale il quale attesta (cancelliere di un ufficio giudiziario o un notaio) che il tecnico ivi presente ha compiuto tale onere.

Quali sono i costi relativi ad una perizia asseverata?

I costi relativi ad una perizia asseverata sono diversi. Fra questi vi rientrano non solo il compenso che viene richiesto dal consulente per la redazione e la sottoscrizione della relazione, ma anche le spese non imponibili relative alle marche da bollo e alle spese accessorie.

Per quanto riguarda il compenso del professionista, lo stesso può variare in base al livello di difficoltà della redazione della perizia. Ad ogni modo può oscillare da un minimo di euro 500 fino ad un massimo di euro 2.000,00.

Qualora la perizia riguardi l’indicazione di una stima di un immobile , il compenso che si richiede per la redazione della stessa è da calcolarsi sul valore stimato, quindi in percentuale a questo.

Il costo per il rilascio della dichiarazione di asseverazione su una perizia viene maggiorato, solitamente, di euro 50,00 , prezzo dovuto per l’eventuale tempo occorrente per eseguire l’asseveramento presso un pubblico ufficiale.

La marca da bollo che normalmente viene applicata ha un costo di euro 16,00 e occorre considerare l’applicazione di una marca ogni 4 pagine (facciate).

Si vanno ad aggiungere, inoltre, anche i diritti di segreteria, corrisposti sempre mediante marca da bollo, in questo caso da 3,00 o 5,00 euro, oltre euro 0,69 per ogni elemento grafico o fotografico presente all’interno della relazione tecnica.

Costo perizia giurata

Una perizia giurata, una volta effettuato il sopralluogo e verificate le relative conformità: edilizia e catastale e di conseguenza effettuata una valutazione del valore di mercato, ha un costo che può variare dalle 300 alle 500 euro. Inoltre è bene precisare che queste sono cifre indicative dato che molto dipende anche dalla tipologia del bene immobiliare trattato. A questi costi vanno aggiunte le spese delle marche da bollo ed eventuali diritti.

La perizia giurata di stima nella compravendita di un immobile

In ambito immobiliare, una perizia giurata di stima è indispensabile per conoscere in maniera dettagliata la situazione dell’immobile oggetto della compravendita.

Anche questa stima deve essere redatta da un tecnico abilitato , quindi un geometra, un ingegnere o un architetto iscritti tutti ai relativi albi professionali.

Questa relazione, oltre a contenere l’indicazione dello stato di fatto in cui versa l’immobile, descrive accuratamente tutti gli elementi che lo compongono e i suoi materiali, il tutto previa esecuzione di un sopralluogo da parte del perito incaricato.

Il consulente provvede alla raccolta di tutti i dati riguardanti l’immobile, ivi comprese eventuali misurazioni e rilievi fotografici i quali vengono poi raffrontati con quelli presenti all’interno dell’archivio immobiliare.

Quindi, dopo aver confrontato la situazione di fatto con la situazione rilevata dalle planimetrie catastali e dalla visura catastale, provvede a dichiarare l’eventuale conformità o meno dell’edificio.

All’interno della perizia verranno, inoltre, indicati tutti i passaggi di proprietà relativi al bene oggetto del contratto di una compravendita. I dati di una casa in vendita possono essere rilevati attraverso la richiesta di una visura ipotecaria.

Infine, la relazione dovrà concludersi con l’indicazione dei criteri e delle metodologie impiegate che hanno portato il perito ad affermare il valore commerciale, quindi il prezzo di vendita, di quel dato immobile.

Al termine della redazione, la perizia dovrà essere sottoscritta e timbrata dal perito ed eventualmente asseverata e giurata davanti ad un pubblico ufficiale.

Oltre ad una perizia asseverata, occorrerà presentare, di fronte al notaio che stipulerà il contratto di rogito , anche l’attestato relativo alla prestazione energetica (APE). Questo non è altro che un’ulteriore perizia tecnica che certifica le caratteristiche energetiche dell’immobile .

Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. Non utilizziamo cookie di profilazione. Leggi: Informativa estesa cookie e Informativa Privacy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità dei contenuti utilizzano i cookie che hai scelto di mantenere disattivati. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: fai clic qui per aprire le tue preferenze sui cookie.